Fenomeno #facciamorete, su Linkiesta il commento di Pietro Raffa

Tra i fenomeni social più rilevanti a cavallo tra la fine del 2018 e i primi giorni del 2019 spicca l’hashtag #facciamorete, molto utilizzato su Twitter da un crescente ed eterogeneo numero di utenti che lo hanno scelto per dare voce alla propria contrarietà rispetto alle scelte del governo Lega-Cinquestelle.

Ne parla oggi in un approfondimento il sito di news Linkiesta, riportando il commento di Pietro Raffa, Partner e Responsabile area digital di MR & Associati Comunicazione.

Nato a metà dicembre 2018, l’hashtag è rapidamente diventato trending topic e nel giro di meno di un mese ha totalizzato ben 433mila uscite. I promotori definiscono #facciamorete come «una movimentazione civica nata dal confronto tra persone che si sono trovate a condividere lo stesso punto di vista». L’analisi realizzata da Raffa evidenzia come il tratto più distintivo del fenomeno sia la costanza dell’utilizzo nel tempo, nonostante gli utenti che hanno aderito alla campagna siano stabili intorno alle 11mila unità: a riprova di quanto una base utenti relativamente ristretta nei numeri, ma motivata e costante, abbia le potenzialità di raggiungere una platea social di estensione cospicua.

Il successo dell’hashtag rimane limitato ad una base contenuta ma molto attiva di circa 11mila utenti. Ma «la cosa che impressiona è la costanza dell’utilizzo», dice Raffa a Linkiesta. «Mentre di solito queste campagne durano pochi giorni, #facciamorete è stato utilizzato continuativamente dal 13 dicembre in poi».

[Continua a leggere sul sito de Linkiesta]

MR & Associati sui social