Il social Tracking dei Mondiali 2018

La Coppa del Mondo è un grande evento mediatico in grado di attirare e focalizzare l’attenzione di tutti. Anche quella degli esclusi – come noi italiani – che quest’anno si sono dovuti accontentare di seguire le imprese degli altri. È un appuntamento senza età, genere o estrazione sociale, che merita un punto di osservazione speciale da un punto di vista digitale. Non potevamo di certo farcelo scappare: abbiamo osservato e analizzato i flussi su Facebook, Twitter e Instagram riguardanti i protagonisti principali di questa storica competizione e riportato tutti i dati più interessanti in questa minuziosa analisi, che strizza l’occhio agli appassionati di calcio, di marketing e di politica!

  • QUALCHE NUMERO SULLA GLOBAL REACH

Per darvi un dato introduttivo, stiamo parlando di 3,4 miliardi di tifosi interessati. Il 63% sono uomini, il 37% donne e la fascia d’età più interessata è quella che va dai 25 ai 30 anni (30%)*.

Sono numeri esorbitanti, che muovono un giro di affari altrettanto imponente: 2.513.890 sono i dollari che vengono spesi quotidianamente per le sponsorizzazioni online dei Mondiali e 913.691 sono i fan che rispondono a queste inserzioni customizzate, moltiplicandone l’efficacia. Tutto questo è possibile anche grazie alla diffusione del second screen, che permette di creare una community reattiva e di rendere più coinvolgente (e divertente) l’esperienza del Mondiale. Se il 47% degli internauti guarda il Mondiale, il 37% lo fa in TV, mentre il 18% direttamente sul web (modalità preferita dai Millenials), interagendo con la community di riferimento online e quindi migliorando la propria esperienza di spettatori.

*(Fonte: GlobalWebIndex Q1 2018)

  • QUANTO SI PARLA DEI MONDIALI

L’hashtag ufficiale della competizione è #WorldCup: il traffico su di esso, dalla partita inaugurale del 14 giugno al 4 luglio, è di 21.100.000 contenuti prodotti da 1.600.000 autori unici. In Italia, il totale delle conversazioni si ridimensiona e scende a 166.300 menzioni originate da 14.300 autori unici. Molto utilizzato è poi l’hashtag #Russia2018 che conta 1.300.000 menzioni a livello globale (258.000 autori unici) e 65.100 citazioni in Italia da 9.800 autori unici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C’è da considerare il fatto che la maggior parte delle Nazionali utilizza hashtag personalizzati e originali per raggruppare le conversazioni a tema Mondiale. La Francia, ad esempio, propone #FiersdetreBleus, la Germania usa #DieMannschaft, l’Inghilterra #ThreeLions e il Brasile #Copa2018.

Se diamo un’occhiata alla worldcloud degli hashtag delle ultime 24 ore ci rendiamo conto di quanto siano numerosi e diversificati, anche perchè le nazionalità coinvolte nella gara sono molteplici e si esprimono in lingue diverse, sostenendo l’una o l’altra casacca.

Come si può vedere dalla mappa, l’Europa e il Sud America sono le aree che generano traffico social più sostanzioso sul tema.

In Italia, stando ai dati di Google Trends, la regione in cui si sono cercate più informazioni su “World Cup” è stata la Toscana, seguita da Lazio, Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige. La città al primo posto è, invece, Venezia e poi Firenze, Pisa, Padova e Verona. In questo sistema di analisi, i valori sono calcolati su una scala da 0 a 100, dove 100 indica la località con la maggiore frequenza di ricerca (in questo caso la regione Toscana e la città Venezia) in proporzione al totale delle ricerche in tale località, così come il valore 50 indica una località con la metà delle ricerche. Il valore 0, invece, è dato alle località per cui non sono stati rilevati dati sufficienti.

  • TOP INFLUENCER

Di seguito, abbiamo raccolto i contenuti top engaging in Italia e nel mondo sull’hashtag ufficiale, selezionando un contenuto per Facebook, Instagram e Twitter.

A vincere la medaglia d’oro per  il contenuto più performante in italiano con l’hashtag #WorldCup è il giovane influencer Emanuele Ferrari, che ha molto seguito su Instagram. La foto in cui Emanuele imita Neymar Jr ha raccolto (finora) 165.718 interazioni.

Su Twitter spopola un cinguettio di Alessandro Del Piero (14.423 interazioni), mentre su Facebook è la Juventus a creare il più alto numero di interazioni con un video su Douglas Costa con copy in italiano contrassegnato dall’hashtag #WorldCup (22.947 interazioni e 810.502 visualizzazioni).

Super Douglas Costa!

Quando si parla dell'impatto di Douglas Costa … ⚡️???? #JuveWorldCup #WorldCup

Pubblicato da Juventus su Venerdì 22 giugno 2018

Allargando la ricerca sull’hashtag a tutto il mondo e a tutte le lingue, è dall’account Instagram del Real Madrid che viene pubblicato il post più engaging con l’hashtag ufficiale dei Mondiali. Il contenuto registra 1.284.970 interazioni.

Il club spagnolo raddoppia il successo, conquistando la medaglia di top influencer anche su Facebook, dove un altro post prodotto dai social media manager del team conta 399.390 interazioni totali.

???????? 3 – 3 ????????⚽️⚽️⚽️ Cristiano Ronaldo⚽️ Nacho Fernández Iglesias#WorldCup | #HalaMadrid

Pubblicato da Real Madrid C.F. su Venerdì 15 giugno 2018

Infine, il cinguettio più performante a livello globale con l’hashtag ufficiale è di Peter Schmeichel, padre dell’attuale portiere della Danimarca. In totale, questo tweet che racconta con un’immagine la storia biografica e personale appena riassunta, registra 261.454 like, commenti e condivisioni.

Se torniamo in Italia e diamo un’occhiata all’altro hashtag considerato, #Russia2018, notiamo che il post più performante su Instagram è del duo di comici foggiano Pio e Amedeo che con un video visualizzato 574.922 volte portano a casa 92.100 like e 1.620 commenti.

Su Facebook e su Twitter i contenuti dal tono nostalgico pubblicati dall’attuale vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, sono i più performanti in termini di interazioni: 7.071 interazioni per il tweet e 18.802 like, commenti e condivisioni per il post.

È sempre un’emozione speciale rivederti, José! Inter feelings at the World Cup ????????⚫???????????? #Russia2018It’s always special to meet you, José! #Inter feeling at the World Cup ????????⚫????????????

Pubblicato da Javier Zanetti su Giovedì 14 giugno 2018

Anche i nostri Parlamentari compaiono nella lista degli autori unici italiani sul tema del mondiali. In realtà, il tema viene usato il più delle volte come gancio per affrontare altri argomenti, come fa Luigi Di Maio, che ha pubblicato un post (19.635 interazioni) per parlare dell’abolizione delle pensioni d’oro, post condiviso dalle pagine ufficiali di Giuseppe Conte, Danilo Toninelli, Alfonso Bonafede, Barbara Lezzi e Gianluigi Paragone.

Quest'estate non ci sono i mondiali, ma presto avremo qualcosa da festeggiare: la fine delle pensioni d'oro e l’inizio di un’Italia più giusta.

Pubblicato da Luigi Di Maio su Sabato 23 giugno 2018

Il senatore del PD, Bruno Astorre, in questo post che raccoglie 819 interazioni, parte dall’assenza dell’Italia ai Mondiali per poi elencare le promesse elettorali che, a suo dire, non sono state ancora mantenute dal nuovo governo.

+ PROMESSE FINANZIATE CON "ASSEGNO A VUOTO" +Luigi Di Maio dalla sua pagina social, forse per rincorrere l'annuncite…

Pubblicato da Bruno Astorre su Sabato 23 giugno 2018

Tono ironico per questo contenuto del senatore leghista Stefano Borghesi, che ironizza su quanto affermato da Fassino in merito al successo della nazionale tedesca, eliminata dal Giappone a un passo dagli ottavi (il video degli highlights del match è stato visto da 24milioni di utenti), registrando 861 interazioni e 33.648 visualizzazioni.

Fassino e la profezia sulla Germania

"La #Germania vince nel calcio anche perché ha regolarizzato i figli di immigrati con leggi simili allo Ius Soli"Era il 15/11 e #Fassino lanciava la sua ennesima profezia, ma sappiamo com'è andata a finire.#WorldCup

Pubblicato da Stefano Borghesi su Giovedì 28 giugno 2018

La deputata Laura Boldrini si inserisce nel flusso di conversazioni dei Mondiali, congratulandosi con un post su Facebook (3.692 interazioni) con le vincitrici della staffetta e con la nazionale italiana di calciatrici femminili qualificatasi alla Coppa del Mondo in rosa.

Grazie ragazze!Libania Grenot, Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo: atlete straordinarie che…

Pubblicato da Laura Boldrini su Lunedì 2 luglio 2018

L’ultimo esempio di contenuto prodotto da un parlamentare italiano sul tema dei Mondiali è un tweet firmato da Claudio Borghi, che dichiara apertamente la sua simpatia per quattro squadre.

  • LE FANBASE DELLE NAZIONALI AI QUARTI

Dando un’occhiata rapida alle fanbase delle Nazionali che sono arrivate ai quarti, si nota che è il Brasile la più seguita, con un totale di 20.055.886 seguaci su Facebook, Instagram e Twitter. Seguono l’Inghilterra e la Francia. Ultimo posto per la Svezia che ha solo 267.979 fan su Facebook e non possiede account ufficiali su Twitter e Instagram.

  • LA SFIDA DEI CAPOCANNONIERI A COLPI DI FANBASE

Alla vigilia dei quarti, i capocannonieri sono Harry Kane con 6 goal, Ronaldo e Lukaku con 4 reti segnate in favore delle rispettive nazionali (Portogallo e Belgio).

Cristiano Ronaldo stravince questo confronto numerico, sorpassando nettamente i suoi colleghi. Se il mito portoghese raggruppa nelle fanbase dei tre social ben 330.125.236 tifosi, il bomber inglese ne raccoglie 9.037.126 e quello belga 7.395.417. Numeri ben distanti dal primo in classifica!

  • I FUORICLASSE DEL MONDIALE (ANCHE SUI SOCIAL)

CR7 trionfa indisturbato anche se confrontato con altri due idoli del calcio moderno come Lionel Messi e Neymar. Come detto precedentemente, il portoghese vanta una fanbase complessiva di ben 330.125.236 utenti, la maggior parte dei quali su Instagram.

Il numero 10 brasiliano Neymar si classifica al secondo posto, con 199.833.157 follower, distaccando di circa 10 milioni il capitano della Nazionale argentina, che non possiede un canale Twitter, e che su Facebook e Instagram viene seguito da 186.414.322 supporter.

E non c’è niente da fare contro di lui, Ronaldo è anche il giocatore più googlato, come indica questa grafica di Google Trends.

Analisi a cura di @mgcarbotti

MR & Associati sui social