Come se la cavano gli italiani in rete?

Gli italiani connessi ad Internet sono circa 44 milioni, in crescita del 2% rispetto al 2016.

Il numero di persone che utilizza i tablet è aumentato di circa il 25% rispetto allo scorso anno. L’incremento è avvenuto anche grazie alla diffusione dei tablet 2 in 1, che con l’aggiunta della tastiera smontabile si possono trasformare in pc portatili.

Gli italiani sono sempre più attratti dai contenuti video veicolati in streaming da colossi come Facebook o Netflix. Tra i servizi a pagamento proprio Netflix è cresciuto ancora raggiungendo i 300mila iscritti nel nostro Paese.

Rimane sempre bloccato il mercato degli e-reader con una quota ferma intorno al 3% da diverso tempo.

Gli utenti di Facebook sono aumentati di 3 milioni rispetto all’anno scorso. Il 48% sono donne, il 52% uomini. Più del 53% degli utenti italiani ha superato i 35 anni e, rispetto agli anni passati, diminuisce del 5% la fascia di età degli under 18. Migliora quella tra i 56 e i 70 anni che ad ora è del 43% sul totale. Rimane il social più trasversale anche in Italia e molto utilizzato dalle aziende, che nei loro piani di business investono sempre di più nella comunicazione targettizzata.

La community di Instagram sta crescendo a un ritmo sostenuto. Molti utenti under 18 stanno migrando sempre più da Facebook a Instagram, contribuendo ad alzare iscritti e livello di engagement. Numeri che rappresentano un’importante opportunità per gli inserzionisti, attirando principalmente gli investimenti in advertising dei brand del mondo del lifestyle, food e fashion.

Twitter come numero di iscritti è stato superato ampiamente da Instagram anche in Italia, ma continua a farla da padrone sulle discussioni in tempo reale, soprattutto come “second screen”. Tra gli argomenti più discussi ci sono le news, lo sport (calcio in primis), gli eventi che aggregano persone (concerti e manifestazioni) e la politica, soprattutto come commentario.

MR & Associati sui social